18.8.06

Il cessate il fuoco sta andando in pezzi

  • Hezbollah non disarma
  • I contingenti promessi non arrivano
  • Il discorso del presidente Lahoud (sciita, un pupazzo siriano), non solo rivendica la violazione della risoluzione ma dichiara che Hezbollah è già parte della difesa libanese, rendendo il suo paese a tutti gli effetti corresponsabile del conflitto appena scoppiato

L'accordo di cessate il fuoco, nei fatti, è nullo.

Cristiani, sunniti e drusi sono sul piede di guerra. Hezbollah si è convinta dalle sue stesse parole di avere vinto la guerra e spingerà oltre il livello di accettabilità.

Secondo Barry Rubin , un analista che vale sempre la pensa di seguire, è tutt'altro che impossibile che la guerra riesploda immediatamente, con IDF che ormai hanno appreso la lezione del campo. E con HEzbollah che rischia di essere preso tra due fuochi, Israele e le milizie.

Non so cosa augurarmi, ma penso che l'analisi sottovaluti lo stato di divisione e depressione dei vertici civili e militari in Israele. Vero è che un secondo round vincente curerebbe molte ferite, ma non mi sembra che siano nello stato d'animo giusto per poterlo nemmeno immaginare.

Staremo a vedere. Tra poche ore parto per gli USA.
E' escluso che trovi tempo ed energia per bloggare.

A presto. Sarò qui per settembre.

10 commenti:

liberaliperisraele ha detto...

Shabbath Shalom

Anonimo ha detto...

Ciao Tonibaruch, la situazione piace sempre meno. Sembra la quiete prima della tempesta. Sui media occidentali imperversano le critiche a Israele e il compiacimento per Hezbollah che viene in pratica presentato come una organizzazione caritatevole dedita all'aiuto alle popolazioni libanesi (non sto facendo del sarcasmo).
La nuova missione ONU sarà la tragica replica della UNIFIL 1. Colgo alcune ambiguita piuttosto preoccupanti anche nella amministrazione USA. Temo che Israele sia solo in questa ora; e questa cosa fa molto male. Se avrai modo visita il blog di Phastidio. Ha recuperato una pagina del NYT del maggio '43 : è spaventosa per quanto contiene e per quanto è attuale.
Per quel che vale buoni USA.
Ciao.
Scart

periclitor ha detto...

ciao tonyb bel blog.
la situazione è davvero brutta e spero che il mio pensiero attuale,che sia tutta una messa in scena x fermare israele e permettere ai palestinesi,iraniani etcetc di serrare i ranghi per un "Attacco finale" e in mezzo c'è l'onu che fermerà l'esercito di israeliano che vorrà difendersi.oggi le prime avvisaglie e i media che raccontano in maniera distorta i fatti.le nubi sn cariche di pioggia.,,,,,passa a trovarmi nel blog mi farebbe piacere a presto ciao e bviaggio

mauro ha detto...

Ci potrebbero volere fino a tre mesi perché le truppe internazionali e l'esercito libanese prendano il controllo del sud del Libano. Così il responsabile Onu per Siria e Libano.
Fonte: Euronews

Se è davvero così, allora si tratta dell'ennesimo fallimento Onu. Ci sarebbe da farci una barzelletta, se non fosse un dramma...

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

Perche non:)

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

good start

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie