9.11.06

L'Unifil ha lasciato il sud del Libano?

Sorridi, sei sul TBLOG
L'Unifil non pattuglia di notte, non è autorizzata a perquisire veicoli e case private. Viene da chiedersi cosa ci faccia nel Sud del Libano.

La risposta è che probabilmente non è nemmeno più stanziata nel sud del Libano.

L'indizio viene dal quasi-disastro riportato dalle truppe francesi che hanno dichiarato che il 31 ottobre sono state a "due secondi dal fare fuoco contro un aereo israeliano" che "minacciava direttamente le loro posizioni".

Incredibile, ma il 31 ottobre l'AIF stava conducendo incursioni simulate sui quartieri a sud di Beirut, non nel sud del Libano, dove si supporrebbe le truppe francesi siano stanziate.

Nello stesso tempo, la marina tedesca si è allontanata dalla costa, e non è autorizzata a perquisire navi in arrivo, lasciando il campo completamente libero al riarmo di Hezbollah.

Insomma, dopo che la Francia ha ridotto i suoi contingenti, dopo che anche la missione italiana esce sempre più dai riflettori (nemmeno un rappresentante del governo era presente alla partenza dell'ultimo contingente), pare che le truppe sul campo stiano silenziosamente allontanadosi dalla grottesca farsa della missione.

Sarebbe ora che il fallimento e la rinuncia venissero certificati anche a livello politico, con il ritiro di truppe inutili, costosissime, esposte ad un pericolo senza la contropartita di alcuna missione. Restino gli sminatori, gli altri a casa.


Tecnorati tags

, , ,

La foto è di ......

5 commenti:

silverlynx ha detto...

quanto agli utlimi passaggi: seeee, aspetta e spera! qualche giorno fa prodi, in visita da blair, ancora rivendicava la portata storica della cosa, il ruolo fondamentale ecc. ecc. ecc.

Paolo Ortenzi ha detto...

Basteranno i primi lanci di razzi da parte di Hizballah, e la risposta israeliana, per togliere ogni dubbio: e' stata una ennesima inutile FANFARONATA di Prodi e D'Alema.

Ci rideranno dietro per anni.

Purtroppo, ci rimettera' la pelle anche qualcuno dei nostri, e la cosa non puo' che farmi arrabbiare ancora di piu': se e' amaro ma lecito perdere dei soldati combattendo dei terroristi, e' CRIMINALE perdere dei soldati PROTEGGENDO dei terroristi...

fausto ha detto...

Unifil armata fantasma. E' da giorni che ci penso e mi faccio domande. Risposte una: fallimento.
Credo che allo Stato maggiore della Difesa e forse Parisi se ne siano accorti. Hanno azzerato tutta l'informazione a proposito. L'unica nota rilevante diramata recentemente è sull'avvicendamento noto dei comandi interforze.
Stanno tutti in attesa dei primi spari, francesi e tedeschi creano diversivi drammatizzando fuori misura "pericolosi" contatti con l'aviazione israeliana per poter poi affibbiare colpe. Gli italiani si toccano...

Paolo Ortenzi ha detto...

Di oggi, 24 novembre 2006.

Dopo il Sud del Libano, Prodi e Chirac vogliono replicare l'insuccesso della missione Unifil a Gaza

http://www.corriere.it/Primo_Piano/Esteri/2006/11_Novembre/24/prodichirac.shtml

E che ca**o, anche i Palestinesi hanno diritto a RIARMARSI INDISTURBATI!!!

Oh no?

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie