9.11.06

La nostra Hamas

Sorridi, sei sul TBLOG

Un cannone israeliano uccide per errore diciotto civili a Beit Hanoun.
Una tragedia che forse si sarebbe potuta evitare e che io non saprei come commentare, se non riportando le parole del grande David Grossmann.

La spirale di violenza che il ritiro da Gaza voleva fermare, è stata rimessa pienamente in moto da chi spara quotidianamente i suoi razzi sul territorio israeliano.

Purtroppo, oltre ad Hamas c'è qualcun altro che esulta per il macello. Ad una riunione dei seguaci di Meir Kahane, si accoglie con gioia il disastro e si definisce il cannone che ha sterminato la famiglia "cannone sacro"

E' bello sapere che questa feccia, se non altro, è fuorilegge

Tecnorati tags

,

La foto è da wiki

3 commenti:

Paolo Ortenzi ha detto...

Nessuno si salva ne dall'estremismo ne dall'idiozia degli estremismi.

Nemmeno gli Ebrei: anche loro hanno una fetta di individui che sposa la parte oscura della propria cultura.

E non ho incontrato, finora, culture che non abbiano una parte oscura.

o avuto a che fare con un Kahanista in un forum di veterani di Tsaha'l: la differenza con la loro controparte nazista o islamofascista praticamente non c'e'.

Sono degli imbecilli: alcuni sono preparati dialetticamente, ma fondamentalmente, proprio perche' animati dai pregiudizi, una parte del loro cervello non gli funziona piu'.

liberaliperisraele ha detto...

non sono dissimili da chi odiano e da cui sono abbondantemente ricambiati.

ariela ha detto...

Come detto sopra la differenza sta nel fatto che i Kahanisti in Israele non hanno mai fatto parte del governo, i Comunisti Italiani in Italia ne fanno parte.
Ogni popolo e le sue scelte.