3.11.05

No, no, no, no, no, no, no, no, no, no, no, no, no, no, no, no, no,




Eravamo in tanti, e sorprendentemente diversi, sotto ambasciata e
consolato iraniani per dire no a quel merdoso regime integralista
antisemita e alle minacce del suo presidente Ahmadinejad di cancellare
israele dalla faccia della terra.

15.000 a Roma con adesioni da destra, da sinistra, da tutto il mondo. 1.500 a Milano, su organizzazione di sinistra per Israele, con adesioni sbalorditive come "action for peace", membri del Leonka, Rifondazione
Comunista e (non ditelo a sergio) Comunisti Italiani. Una bella serata, di quelle che si ricordano raramente. E che i giornali israeliani, più abituati a vedere la propria bandiera bruciata che sventolate in Europa, sembrano registrare con una certa sorpresa.
Haaretz e Yedioth Aharonot.

Peccato per chi se l'è persa.


Tecnorati tags




4 commenti:

whiplash ha detto...

Il link all'articolo di haaretz sembra
errato.
Quello giusto:
http://www.haaretz.com/hasen/pages/ShArtVty.jhtml?sw=italy&itemNo=640954

Tonibaruch ha detto...

Strano, perche´a me si apre ed il link e´esattamente quello che mi hai dato tu.
comunque grazie, controllero anche da unáltra macchina

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

quello che stavo cercando, grazie