15.9.06

L' imam ha perfettamente ragione

"E' un discorso molto provocatorio, ostile e pregiudiziale. Spero che non rifletta un'ostilità pregiudiziale albergata nel mondo interiore del Papa che rivela un atteggiaamento presuntuoso, viziato ed arrogante di chi sa di avere dietro di sé il potere economico dell'Occidente. Se un uomo religioso o di scienza critica la storia di una religione o i membri di quella religione, possiamo discutere. Ma quando si mette bocca nelle cose sacre, sul Libro sacro e sul suo Profeta è segno di arroganza e dà luogo ad una maldiucenza che attizza la lotta di religione". Alì Baradakoglu, presidente degli Affari Religiosi turco sul discorso di Papa Ratzinger a Ratisbona

Ovviamente, l'imam ha perfettamente ragione.
Mettere il naso nei libri sacri degli altri non si fa.

Ora non resta che attendere la forte mobilitazione islamica contro gli attacchi che la stessa tradizione islamica rivolge ai libri sacri altrui. Ad esempio l'idea che la Torah sia stata falsificata dagli ebrei.

Oppure, come si leggeva nel commento al Corano di Hamza Piccardo, stampato e approvato dall'UCOII

“E’ grazie a queste falsificazioni che la gran parte del popolo di Israele è diventata il campione di quella doppiezza morale in base alla quale nei confronti dei non ebrei è accettabile e impunita qualsiasi nefandezza, mentre la rettitudine morale è un obbligo soltanto verso i correligionari”. E ancora: “Ai figli di Israele, i quali sapevano bene che la missione di cui Muhammad era stato incaricato era davvero profetica, ma non lo volevano ammettere per ragioni razziali e di potere”. E ancora: “Rinnegando i tesori dello spirito in cambio delle ricchezze di questo mondo, i figli di Israele fecero una scelta miope e meschina, ingrati verso il loro Signore, furono condannati a esercitare nel corso dei secoli quella funzione antitradizionale e reietta che ha procurato loro tante peripezie e dolore”.

8 commenti:

Anonimo ha detto...

ma piantala … lascia stare Hamza Piccardo e gli altri 2 gatti … quante sono le firme di giornalisti e scrittori ebrei che si sono impegnati niente male nel diffamare l’Islam a prescindere negli ultimi 5 anni (?), io ho perso il conto …

Anonimo ha detto...

> ma piantala … lascia stare Hamza Piccardo e >gli altri 2 gatti … quante sono le firme di >giornalisti e scrittori ebrei che si sono >impegnati niente male nel diffamare l’Islam >a prescindere negli ultimi 5 anni (?), io ho >perso il conto …



E quindi?

Ciao yos

Paolo Ortenzi ha detto...

Il problema e', qui, se il nostro maleducatissimo "Anonimo" sa contare.

Ehh si, so gli "EBBREI" a diffamare l'Islam.

Come se, invece, i maggiori giornali, docenti, case editrici, direttori di reti ISLAMICHE non diffamassero in continuazione ed in prime time (od in rilevante numero di copie...) non solo la religione ebraica e la Torah, ma anche quella cristiana.

Non stiamo parlando mica di 2 gatti islamici, qui, ma di fior di professori all'Universita' del Cairo, solo per fare un esempio.

vfiore ha detto...

# fior di professori all'Universita'

e di editorialisti del NYT, per esempio...

aggiungo: l'imam avrebbe forse ragione se ratz avesse detto quel che lui pensa, ma dubito che l'imam stesso, e for that matter la massima parte dei commentatori, abbia letto il discorso.

in ogni caso la differenza anche sintetizzata beceramente tra il Dio cristiano e ebraico ed Allah e' ovvia a tutti. Allah ha concettualmente liberta' assoluta (ma ha liberta' di autolimitarsi ? torniamo a un paradosso tipo russell), il che per esempio rende priva di senso la scienza, dato che non possono esistere leggi naturali fissate a limitare la liberta' divina. infatti si vede come (non) progredisce la scienza nei paesi islamici - a parte l'ingegneria nucleare ;) che comunque e' importata.

ciao - v.

vfiore ha detto...

p.s.
diffamare, ehm, che cosa ? la miglior "diffamazione" e' quella selfinflicted da parte dell'islam moderato, if there is such a thing, che non denuncia o stigmatizza il terrorismo islamofascista - di stato o meno - e fa di tutto per non integrare le proprie comunita' in occidente, e men che meno nelle culle della tolleranza tipo olanda e scandinavia.

v.

Paolo Ortenzi ha detto...

http://www.haaretz.com/hasen/spages/764193.html

Non sono molto d'accordo con l'articolista, comunque se si da un'occhiata alle risposte dei lettori (notare i nomi o le localita' da cui postano...) che si dichiarano "islamici", devo concordare con vfiore: il peggior danno gli Islamici se lo autoinfliggono...

Andrea Balestri ha detto...

Ciao Toni, ti invito a firmare, diffondere (e possibilmente collaborare per) l'appello nonviolento a favore delle "Armi di attrazione di massa":
http://armatt.100webspace.net

Il tuo contributo può essere prezioso.

Il sito può dare qualche problema con alcune versioni di firefox.

Paolo Ortenzi ha detto...

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=119511

Ovviamente di Mussulmani che ragionano ci sono, come evidenziato dal Il Giornale. Peccato che sia una voce fuori dal coro, la classica mosca bianca...